Credito d'imposta 2020: cos'è e come funziona

Il credito d’imposta, collegato alla manovra fiscale 2020, sostituisce il superammortamento e l’iperammortamento presenti fino al 2019. Dal 1° gennaio 2020 le imprese o i professionisti potranno usufruire di tale bonus per quanto riguarda investimenti in beni materiali (strumentali) ed immateriali (software), nell’ambito dell’industria 4.0.

Nello specifico la legge di Bilancio 2020 prevede diverse percentuali in base alle tipologie di investimenti:

  • Credito d’imposta al 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro in beni strutturali nell’industria 4.0
  • Credito d’imposta al 20% per investimenti compresi tra 2,5 e 10 milioni di euro in beni strutturali nell’industria 4.0
  • Credito d’imposta al 15% del costo di acquisizione per investimenti in software, con un limite massimo posto a 700.000 euro

credito d'imposta

Esistono delle limitazioni per gli investimenti in beni strumentali:

  • Tale bonus può essere usufruito solo dall’imprese (esclusi quindi i professionisti)
  • Per investimenti superiori a 300.000 euro sarà necessaria una perizia o l’attestato di conformità
  • Tale incentivo sarà considerato valido solo per acquisto di beni tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020, oppure entro il 30 giugno 2021 se entro la fine del 2020 risulti un ordine accettato dal venditore e sia stato corrisposto un acconto pari almeno al 20% del costo di acquisizione
  • La consegna del bene dovrà compiersi nell’arco di 18 mesi
  • Il credito potrà essere utilizzato in compensazione in 5 quote annuali, che diventano 3 per i beni immateriali.

Per quanto riguarda le differenze con i precedenti superammortamento e iperammortamento, la più importante riguarda gli investimenti in software. A differenza dei precedenti, il credito d’imposta 2020 sarà concesso a prescindere dall’acquisto di un bene materiale, come invece indicato nel precedente decreto legislativo.

I beni immateriali utilizzabili per usufruire del bonus sono riportati nell’allegato B della legge 11 dicembre 2016 n.232, in particolare “software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della produzione con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio, come la logistica di fabbrica e la manutenzione”.

Vuoi sapere come usufruire del credito d’imposta per l’acquisto di software? Contattaci subito: marketing@descor.com